1.02.2002

Spazi pubblicitari all'aeroporto di ...

.
CON L'UNIONE EDITORIALE DECOLLA L'OFFERTA DI SPAZI PUBBLICITARI INTERNI ALL'AEROPORTO DI CAGLIARI - ELMAS Milano, 1 febbraio 2002 - L'Unione Editoriale, il più importante polo dell'editoria e dell'informazione in Sardegna, ha iniziato in questi giorni la vendita degli spazi pubblicitari interni all'aeroporto Mario Mameli di Cagliari-Elmas, dopo averne ricevuto mandato nel novembre dello scorso anno. L'offerta presentata dall'Unione Editoriale, si articola su un ampio spettro di soluzioni, che prevedono varie tipologie di installazioni, declinabili su misura, e allocabili all'interno e all'esterno dell'aeroporto. L'esperienza del Gruppo nel settore della comunicazione e dell'informazione ha permesso inoltre lo studio e la formulazione di un'offerta in grado di rispondere alle esigenze più svariate e di massimizzare l'investimento dell'azienda cliente, in termini di visibilità , chiarezza del messaggio e impatto sul destinatario. Oltre alla commercializzazione degli spazi, l'Unione è in grado di supportare il cliente nella realizzazione e gestione di eventi promozionali interni all'aeroporto, grazie all'accordo di partnership con Alcriva, agenzia di pubblicità  e promozione, che opera a Cagliari. L'Unione Editoriale ha diffuso in questi giorni dati rilevanti, relativi alla crescita dell'aeroporto: da alcuni anni, Cagliari-Elmas è oggetto di una politica di ampliamento volta a farne uno dei maggiori snodi aeroportuali del Mediterraneo, capace di accogliere, entro il 2003, fino a 4 milioni di passeggeri l'anno con un tasso di crescita superiore al 25%. Il completamento delle opere garantirà  un elevato standard operativo e lo sviluppo di collegamenti con importanti destinazioni nazionali ed internazionali. "Le informazioni fornite dall'organizzazione aeroportuale e le indagini svolte sul profilo del passeggero dell'aeroporto di Cagliari - dichiara Nicola Sceppacerca, Direttore Commerciale de L'Unione Editoriale - mettono in evidenza dati estremamente interessanti, e in costante crescita, che conferiscono valore ai piani di investimento pubblicitario sulla struttura." Nel 2001, il traffico ha raggiunto il significativo dato di due milioni di passeggeri, ossia circa i 2/3 di viaggiatori dell'intero territorio sardo1, con una media giornaliera di 5473 utenti. I risultati più interessanti emergono dall'indagine svolta tramite questionari di bordo volta ad accertare il profilo del target d'utenza. Dall'esame risulta che il 47% delle partenze e il 39% degli arrivi, ossia la percentuale più consistente del traffico, è rappresentata da professionisti e imprenditori, per lo più di sesso maschile e di nazionalità  italiana, che si spostano per ragioni d'affari2, e conseguentemente lungo tutto l'arco dell'anno. La ricerca evidenzia dei picchi di traffico durante il periodo estivo: anche in questo caso il profilo del viaggiatore è di fascia medio-alta, di mezza età  e di nazionalità  italiana. Per i prossimi mesi si prevede un ulteriore incremento dei risultati registrati dalla struttura nell'ultimo periodo, dovuto sia al fenomeno della deregulation delle tariffe aeree sia allo sviluppo industriale del territorio cagliaritano, che già  accoglie importanti aziende chimiche, alimentari e di telecomunicazione. (M.Press)

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK