22.11.2021

Sappi investe più di 10 milioni di euro nella cartiera di Kirkniemi nel quadro di un percorso di decarbonizzazione

sappi expostampa v2

 

Sappi ha approvato un investimento nella cartiera di Kirkniemi, a Lohja, in Finlandia, che permetterà di passare alla bioenergia rinnovabile per il relativo approvvigionamento energetico. Con questo investimento, le emissioni dirette di gas serra fossili dello stabilimento si ridurranno di circa il 90%, una quota che equivale a 230.000 tonnellate di anidride carbonica all’anno.

“Riducendo il nostro uso di combustibili fossili e passando all’energia rinnovabile, la cartiera di Kirkniemi è sempre più parte della soluzione al cambiamento climatico. Come i prossimi negoziati della Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite (COP26) sottolineeranno, abbiamo bisogno collettivamente di intensificare l’azione per il clima: tali investimenti sono fondamentali per cambiare la nostra traiettoria delle emissioni e la dipendenza dai combustibili fossili”, spiega il direttore della cartiera Martti Savelainen.

Il progetto, il cui completamento è previsto per l’inizio del 2023, contribuirà significativamente alla tabella di marcia di Sappi Europe per la decarbonizzazione, abbandonando il carbone in uno dei suoi ultimi impianti che utilizzano parzialmente questo tipo di combustibile. La biomassa sarà poi utilizzata nella caldaia multi-combustibile di Kirkniemi, costruita nel 2015. La mossa fa avanzare Sappi verso i suoi obiettivi per il 2025, che includono la riduzione delle emissioni specifiche di gas serra (scope 1 e 2) del 25% e l’aumento della quota di energia rinnovabile al 50% in Europa rispetto al 2019.

L’investimento stabilirà le attrezzature necessarie per ricevere, immagazzinare e gestire la biomassa legnosa come la corteccia, la segatura e i trucioli di legno utilizzati per la produzione di biocarburanti. Questi tipi di biomassa sono sottoprodotti dell’industria forestale: il loro utilizzo per la produzione di energia ricava un ulteriore valore dalla risorsa forestale.

Oltre ad aumentare la quota di energia rinnovabile, gli stabilimenti Sappi si concentrano anche sulla riduzione del consumo energetico. La cartiera Sappi di Kirkniemi è parte dell’accordo nazionale finlandese sull’efficienza energetica e raggiunge costantemente i suoi obiettivi di risparmio energetico. La certificazione ISO 50001 di Kirkniemi è un’ulteriore prova del miglioramento sistematico dell’efficienza energetica dello stabilimento.

 
Profilo di Sappi
Sappi è un fornitore leader a livello mondiale di prodotti e soluzioni sostenibili in fibra di legno, nei settori della pasta di cellulosa, delle carte da stampa, dell’imballaggio e delle carte speciali, delle carte patinate e anti-adesive, dei biomateriali e della bioenergia. Come azienda che si basa su risorse naturali rinnovabili, la sostenibilità è al centro della nostra attenzione. Le cartiere europee Sappi detengono una certificazione della catena di custodia ai sensi del Forest Stewardship Council™ (FSC™ C015022) e del Programme for the Endorsement of Forest Certification (PEFC/07-32-76). Le nostre carte sono prodotte in stabilimenti certificati a norma ISO 9001, ISO 14001, ISO 50 001 e ISO
45 001. Disponiamo della registrazione EMAS in 5 dei nostri 10 stabilimenti in Europa.

Sappi Europe SA è una divisione di Sappi Limited (JSE), un’azienda globale con sede a Johannesburg, in Sudafrica, che conta su oltre 12.500 dipendenti e 19 stabilimenti di produzione in sette paesi in tre continenti, 37 uffici vendite a livello globale e clienti in oltre 150 Paesi di tutto il mondo. Per ulteriori informazioni su Sappi, visitare il sito www.sappi.com.

Profilo della cartiera Sappi di Kirkniemi
Lo stabilimento Sappi di Kirkniemi, a Lohja, Finlandia, fa parte di Sappi Europe. Annualmente produce 750.000 tonnellate di carta per pubblicazioni di alta qualità, che vengono utilizzate per pubblicazioni di alta qualità in tutto il mondo. La cartiera impiega 550 professionisti dell’industria della carta, dalla produzione allo sviluppo dei prodotti. Più del 90% della produzione della cartiera viene esportata.

La cartiera opera secondo sistemi di gestione che consistono in un sistema di gestione ambientale certificato (ISO 14001), un sistema di gestione dell’energia (ISO 50001), un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (ISO 45001), un sistema di gestione della qualità (ISO 9001) e la verifica della catena di custodia dei sistemi Programme for the Endorsement of Forest Certification (PEFC/07-32-76) e Forest Stewardship Council™ (FSC™ C015022).

 

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK