19.06.2003

OFFSET: essiccazione ad aria fredda e secca...

In questi ultimi anni si è assistito con sempre maggior frequenza a dibattiti sul tema dell'essiccazione dell'inchiostro offset convenzionale. Una valida risposta arriva ora da EuroGraf, che propone il sistema Aradiant IR, in grado di essiccare gli inchiostri senza "scaldare" il supporto stampato. Franco Sala
Essiccare senza surriscaldare la pila della carta, evitando il rischio di buttare il lavoro una volta terminata la tiratura a causa della "controstampa". Oppure ridurre la velocità  della macchina per asciugare, con ricadute negative sulla produttività . Questi sono i problemi da risolvere nell'essiccazione degli inchiostri offset tradizionaliÂ… a meno che non si decida di adottare una tecnologia alternativa. EuroGraf Srl, Tecnologia per la Stampa, a questo proposito, ha recentemente proposto il sistema Aradiant che promette di risolvere alla radice il problema dell'essicazione. L'americana Aradiant, infatti, specializzata nella progettazione e realizzazione di sistemi di essiccazione, negli ultimi nove anni ha brevettato e fornito tecnologie innovative sfruttate dalle varie aziende per migliorare la qualità  di stampa ed eliminare fastidiosi problemi tecnici per gli stampatori.
Il funzionamento Il forno è costituito da singoli Interdeck che vengono installati preferibilmente dopo ogni gruppo stampa e dopo il verniciatore. Il sistema di comando si avvale di un computer in grado di "sintonizzare" in modo automatico l'emissione delle frequenze delle onde IR, provenienti dagli Interdeck, necessarie per essiccare colore per colore senza che il supporto stampato sia raggiunto dal calore.

Frequenza mirata L'inchiostro stampato sul primo colore "sintonizzato" con la frequenza emessa dal cassetto IR, inizia l'essiccazione in macchina. Prima che lo stampato raggiunga il secondo colore, l'inchiostro inizia ad essiccare e ad ancorarsi al supporto. Ogni colore successivo riceverà  una quantità  di raggi IR a frequenza mirata. In questo modo, lo stampato arriva all'uscita della macchina con l'inchiostro già  in fase di essiccazione.

Aria fredda e secca L'aria fredda e secca svolge una funzione importante, ossia quella di mantenere il foglio nello stato originale eliminando il problema del movimento carta e, di conseguenza, quello del registro tra i colori. Il foglio non viene quindi surriscaldato, non subisce deformazioni, e in soli 20-30 minuti è pronto per essere ripassato in macchina o per le lavorazioni successive. àˆ sufficiente infatti installare un getto di aria fredda e secca, abbinato a un cassetto IR, per ottenere un foglio essiccato e freddo.
Tra gli altri plus, non meno importante è l'assenza o la drastica riduzione dell'antiscartino. La macchina da stampa e l'area attorno ad essa, infatti, rimane pulita, a tutto vantaggio dell'ambiente e della salute degli addetti macchina. Ma non è tutto, perchà© è anche possibile plastificare senza antiscartino, riducendo cosଠil tempo dedicato alle operazioni di pulizia e di manutenzione.(Italia I.)

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK