15.07.2005

Maxi affissioni : Joint venture tra Chiara & Associati e USA ...

cea
E' stata presentata ieri Big Size, la joint venture tra Chiara & Associati e USA (Urban Scale Advertising) che darà  vita "alla più grande concessionaria italiana di pubblicità  esterna di grande formato", come sottolineano i fondatori della nuova realtà : Cesare Calcaterra, ad di USA, e Lucio Bergamaschi, numero uno di Chiara & Associati.
L'obiettivo dichiarato è conquistare l'80% del mercato delle maxi-affissioni che vale all'incirca 25 milioni di euro. Big Size si propone per il primo anno di vita un fatturato di 13 milioni di euro. Quanto al management, Calcaterra si occuperà  prevalentemente del commerciale e della gestione generale, mentre Bergamaschi seguirà  specificatamente le acquisizioni di spazi. Marco Verna, invece, seguirà  l'ufficio di Roma. Intanto USA si rafforza anche al di fuori del mercato dell'outdoor. La società , infatti, da settembre sbarcherà  al cinema dando vita al terzo circuito del settore dopo Opus e Sipra. Si chiamerà  CineItaly e avrà  in portafoglio 430 schermi cinematografici, il 76% dei quali posizionati all'interno di multiplex. Parte come joint venture paritetica il sodalizio tra le due società  di pubblicità  esterna USA (Urban Scale Advertising, 12 milioni di fatturato 2004) e Chiara & Associati (oltre 3,5 milioni) che darà  vita a Big Size, la nuova concessionaria esclusivamente dedicata al segmento dei grandi formati. Big Size (il logo e il marchio sono stati disegnati dal pubblicitario Roberto Gorla) è infatti la denominazione corrente nei centri media internazionali per identificare i teli pittorici, un mezzo che in questi anni ha preso sempre più piede nelle grandi città  italiane ed europee. L'offerta per l'autunno 2005 della nuova concessionaria, che punta a raggiungere un fatturato di 13 milioni di euro nel primo anno di vita, si concentra su Milano e Roma: in particolare nel capoluogo lombardo le posizioni già  acquisite sono Via Torino, i caselli di Piazza XXV Aprile, Corso Venezia, 30; Via Dante, mentre nella capitale Palazzo della Civiltà  all'Eur e Via del Corso angolo Vittoria. A giorni, inoltre, sarà  presentata al mercato un'altra posizione a Milano, che occuperà  la facciata di un immobile monumentale di grande prestigio. "Il mercato delle affissioni temporanee di grande formato è in rapida espansione - ha sottolineato Cesare Calcaterra, amministratore delegato di USA - vale all'incirca 25 milioni di euro, e proprio per la sua importanza crescente vorremmo chiedere a Nielsen Media Research, tramite l'associazione Agiar (Associazione grandi impianti ed arredo urbano, ndr), di rilevarlo a parte rispetto agli investimenti pubblicitari complessivi sul mezzo affissioni". In sala debutta Cine Italy con 430 schermi Mentre in Big Size confluiranno le attività  di Usa e Chiara & Associati per i grandi formati, le due società  proseguono il loro cammino separatamente sulle altre aree di business. "Noi continueremo a seguire l'organizzazione di eventi e le attività  di pubbliche relazioni, confortati da un primo semestre che si è chiuso molto positivamente, in crescita del 10%", ha dichiarato Lucio Bergamaschi, ad di Chiara & Associati. USA, invece, allarga il suo sguardo oltre l'outdoor. Calcaterra ha infatti annunciato che, da settembre, curerà  la raccolta pubblicitaria di 430 schermi cinematografici, dando vita al circuito Cine Italy. "Saremo cosଠil terzo player del settore dopo Opus e Sipra - ha detto l'ad di Usa - .A fine 2005 i ricavi da grande schermo saranno pari a 4 milioni di euro, mentre nel 2006 ci auguriamo di arrivare a 10 milioni". Prossimamente nel mirino di USA anche la stampa periodica e l'esportazione in 13 Paesi europei del "nostro know how maturato nel settore delle affissioni temporanee di grande formato".
(Pubblicità  Italia)

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK