13.05.2005

QUANDO LA SERIGRAFIA VA A BRACCETTO CON L'OFFSET

giv1
QUANDO LA SERIGRAFIA VA A BRACCETTO CON L'OFFSET
Non è molto comune trovare la serigrafia e l'offset affiancate in una stessa azienda.
Per per scoprirne le ragioni di base, abbiamo incontrato la GIVI Print di Segrate, uno "stampatore" che, per l'appunto, utilizza le due tecnologie.

Una veloce presentazione della GIVI Print
La GIVIPRINT di Segrate è una s.r.l. che nasce nel 1982 per iniziativa di due amici: Giancarlo Volpi che proveniva dal settore grafico e Vittorio Gargan che si affacciava alla serigrafia per la prima volta. La sede è a Segrate (Milano) in Via Edison n 18.
Si occupano principalmente della stampa, sia serigrafica, sia offset su materiale in carta o sintetico, di vetrofanie, decalcomanie etichette. La GIVI Print oggi occupa 25 dipendenti.
La GIVI Print oggi
"Di base, ci dice Vittorio Gargan, produciamo prevalentemente decalcomanie, per un'applicazione ad acqua, etichette autoadesive e materiale promozionale. Altri nostri importanti settori riguardano la produzione di tappetini per mouse, rendiresto per punto vendita, tovagliette promozionali ed una serie di articoli in polipropilene come valigette, cartellette, cartellette portablocchi e per orologi da tavolo. Tutti oggetti promozionali destinati alle aziende che desiderano promozionale il loro marchio.
giv2
Le decalcomanie
"Di base, come ho accennato, produciamo decalcomanie per applicazioni ad acqua. Sono decalcomanie particolari che richiedono molta tecnologia e che, successivamente, saranno utilizzate dai nostri clienti subordinatamente ai loro specifici cicli produttivi in situazioni di primo impianto nella decorazione di articoli sportivi, giocattoli, biciclette, motociclette, calandre, prodotti di legno, ecc. Relativamente ad ogni singolo utilizzo, dovranno, di conseguenza, rispondere a determinate esigenze del prodotto finito, mediante il ricorso di finiture o lavorazioni particolari come l'utilizzo di colle speciali e mirate all'utilizzo del prodotto per adesioni speciali o per supporti di tipo diverso e il ricorso verniciature di protezione che permettano l'applicazione di un trasparente nel caso di esposizioni esterne, contro graffi, ecc.
Quali materiali utilizzate nella stampa delle decalcomanie?
"Generalmente si utilizzano materiali plastici che poi saranno stampati con inchiostri a solvente oppure U.V.. A volte, per ragioni di costo e su richiesta dei clienti, possiamo ricorre alla carta, certamente meno resistente e mai suggeribile, con l'utilizzo, però di inchiostri ad acqua, Nella scelta di una o dell'altra tecnologia è determinante stabilire quale sarà  l'utilizzo finale del prodotto."
Perchà© serigrafia e offset?
"E' vero, utilizziamo entrambe le tecnologie e questo ci permette di poter proporre al cliente la soluzione tecnica di stampa più rispondente alle esigenze del suo prodotto. Sono due tecniche di stampa che, certamente diverse tra loro, possono essere complementari, pur con determinati accorgimenti. Va però precisato, continua Gargan, che, da noi, il ricorso all'offset non è esattamente quello che ci si aspetti da uno stampatore offset classico. Grazie all'offset riusciamo, infatti, a raggiungere nella realizzazione di determinati lavori, livelli di quadricromia, sfumature e definizioni, che la serigrafia non potrebbe mai raggiungere.
Peraltro, per concludere quest'argomento e per dare al vostro lettore una dato poco conosciuto, posso dire che aziende del nostro campo, in grado di proporre le due tecnologie, non sono molte.
L'importanza di una e dell'altra tecnologia, all'interno della GIVI Print
"Come si sarà  intuito da quello che ho detto fino ad ora, la serigrafia è la tecnica predominante. Se vogliamo essere più precisi, posso dire che il 70% della nostra produzione va attribuita alla serigrafia e, naturalmente, il 30% all'offset. Tenga presente che grazie alla serigrafia si possono realizzare anche effetti particolari come il glitter, gratta e vinci, mentre con l'offset otteniamo la stampa di colori fluorescenti e metallizzati.
Quali attrezzature utilizzate?
"Abbiamo sei linee serigrafiche 50x70 e 70x100 ed una 100x140 tutte monocolore tutte di produzione italiana. Il reparto offset comprende invece due Heidelberg. Abbiamo, naturalmente, diverse fustellatrici automatiche, anche di grandi dimensioni.
E il digitale?
"Mai stampato in digitale, dice Gargan, anche perchà© non è ancora ben utilizzabile per la realizzazione dei nostri prodotti. Quando, per certe esigenze di qualche nostro cliente, ci capita di utilizzare la stampa digitale, ricorriamo ad organizzazioni esterne alla nostra."
La prestampa
"Riteniamo che avere al proprio interno le attrezzature per la prestampa sia fondamentale per offrire al cliente, oltre ad un buon prodotto, anche un buon servizio. Tutto è realizzato internamente: disegni, pellicole, lastre offset e telai serigrafici.
Solo cosଠpossiamo adattare tutti quei passaggi alle esigenze delle proprie attrezzature di stampa e, perch੠no, abitudini."
Giv3
Cosa succede oggi a livello produttivo?
"In linea di massima, lavoriamo su precise commesse e proposte grafiche dei clienti. Certo, capita però anche il cliente non in grado di completare il suo ordinativo con bozzetti, fotografie o altro grafiche, ecco che, in quell'occasione, facciamo intervenire il nostro reparto grafici. Un reparto, questo, utilissimo anche nella messa a punto "tecnica" dei lay-out dei lavori che ci sono commissionati."
Lavorate in tutta Italia?
"Sà¬, certo."
E all'Estero?
"Siamo conosciuti anche all'Estero. In particolare lavoriamo per le nazioni europee più importanti. Certamente tutte quelle all'interno dell'area dell'Euro, alle quali possiamo affiancare la Svizzera. Sono, comunque, tutti clienti diretti.
Mi lasci anche aggiungere che siamo in controtendenza per quanto riguarda "il problema cinese". Le aziende europee lamentano la "sleale" concorrenza di quel Paese e questo è certamente un problema sentito da gran parte del nostro sistema produttivo, noi compresi.
Però, malgrado questa doverosa premessa, devo dire che riusciamo, grazie alla nostra tecnologia, ad esportare, in quell'area, prodotti di primo impianto che, localmente, non sono in grado di produrre. Anche in questo caso, va sottolineato che il Made in Italy, e noi ne facciamo orgogliosamente parte, è, una volta di più, vincente.
E la concorrenza?
"Dipende dal livello dei lavori. Per i lavori che richiedono maggiore tecnologia, senza paura di essere contraddetto, siamo fra i pochi in grado di affrontare un certo tipo di esigenza. Mentre, quando i lavori coinvolgono settori meno importanti, ci consideriamo a livello di tutte le altre aziende.
Per finire, qual è secondo lei, il futuro del vostro mercato?
"In un momento difficile come quello che stiamo attraversando, conclude Gargan, è difficile parlare di futuro. Per anni siamo stati in espansione ed adesso la contrazione dei consumi, dovuta all'avvento dell'Euro, ha coinvolto anche la nostra Azienda. Ritengo che sia indispensabile puntare sulla qualità  e sul servizio: due aspetti che, anche se apparentemente scontati e sulla bocca di tutti, richiedono sforzi produttivi e organizzativi non da poco."

(per maggiori dettagli: GIVIPRINT - tel. 0226923028)

Questo articolo è stato realizzato per conto della rivista GRAPH Executive ed inserito sul numero di maggio 2005 della stessa rivista

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK