19.09.2005

Le tecnologie laser. LA MARCATURA LASER 1^ parte

GIII
Uno sguardo attento alle tecnologie laser che possono coinvolgere aziende che operano nel campo della comunicazione pubblicitaria. Dagli insegnisti. ai serigrafi, agli stampatori in genere e a tutte le aziende che, per i loro prodotti, ricorrono alla marcatura o al taglio laser.
Per la realizzazione di questa serie di articoli ci siamo valsi della collaborazione della SEI di Curno (Bergamo), un'azienda leader del settore.

Marcatura laser. Cos'à©
L'utilizzo della marcatura laser è divenuto di giorno in giorno più consistente in differenti settori industriali ed artigianali. Utilizzando sistemi composti da sorgenti laser, dispositivi per la focalizzazione e il posizionamento del fascio ottico, è, infatti, possibile incidere o, comunque, realizzare segni visibili su quasi tutti i materiali, che siano naturali, plastici, ceramici o metallici. Tutto ciò fornisce una risposta a necessità  tipiche di settori sia industriali sia artigianali: da un lato l'esigenza di certificazione, rintracciabilità  ed anticontraffazione del prodotto, dall'altro la personalizzazione, la decorazione, l'abbellimento di oggetti finiti o in fase di costruzione. A queste tipologie di lavorazioni si vanno inoltre aggiungendo lavorazioni compiute, effettuate grazie ad un utensile di incisione, il laser, dalle caratteristiche differenti rispetto a quelle tipiche di un utensile meccanico.
Le proprietà  più importanti della tecnologia laser
Le proprietà  più importanti di questa tecnologia, proprietà  che ne hanno decretato il successo e la sempre maggiore diffusione, possono essere sintetizzate nei seguenti punti:
1) l'indelebilità  dell'effetto ottenuto
2) l'elevata velocità , precisione e ripetibilità  di processo,
3) la rapida riconfigurabilità  delle macchina laser,
4) l'assenza di contatto meccanico,
5) il relativamente ridotto trasferimento energetico al pezzo in lavorazione,
6) la polivalenza e flessibilità  delle apparecchiature laser.
I settori di applicazione
Grazie alle proprie caratteristiche di duttilità  i settori di applicazione industriale della marcatura laser sono, conseguentemente, molti e spesso molto diversi fra loro.
Inoltre, secondo il settore interessato, la sua dislocazione, il grado di produttività  e manipolazione richiesto, le macchine per la marcatura laser evidenziano configurazioni differenti per automazione, accessori, opzioni, interfacce. Sono comunque basate su uno schema base: sorgente laser, deflessione galvanometrica del fascio e focalizzazione sul materiale. Qualche utilizzo:
* componenti elettronici ed elettromeccanici, per riporto di caratteri alfanumerici e loghi. Sono questi i settori a livello mondiale in cui numericamente sono più diffuse le marcatrici laser. Solitamente posizionate su linee di produzione a ciclo continuo, presentano un funzionamento autonomo.
* utensili meccanici, per riporto di loghi e caratteri alfanumerici. Sistemi stand-alone con automazioni per carico, scarico e movimentazioni varie. Sistemi On-line.
* oggettistica legata al mondo dell'abbigliamento e della moda, per apporto di decorazioni, scritte, loghi e marchi. Macchine solitamente stand-alone con limitato grado di automazione. articoli casalinghi, per riporto di decorazioni, scritte, loghi e marchi. Macchine solitamente stand-alone con limitato grado di automazione.
Nino Fichera
(effenino@tiscali.it)

Per maggiori dettagli: SEI 035 4376016

L'articolo, che è diviso in quattro parti, è stato realizzato per Graph Executive ed è apparso sui numeri di giugno, luglio/agosto, settembre e ottobre della stessa rivista.

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK