5.07.2021

L'azienda Holiday, leader nel settore della Visual Communication, compie 40 anni

marini mennuni

 

Un’azienda triestina, la Holiday s.r.l., specializzata in prodotti per la comunicazione visiva, e da moltissimi anni leader mondiale nel campo della segnaletica per navi passeggeri, saluta con orgoglio i 40 anni di attività.

Fondata nel 1981 da un gruppo di amici con delle idee innovative nel campo della pubblicità e della comunicazione attuate attraverso prodotti e servizi personalizzati, l'azienda giuliana si è trasformata nel tempo fino ad abbracciare campi più evoluti, e grazie alla fiducia riservatale da aziende prestigiose come Fincantieri, è assurta al ruolo di leader mondiale nel campo della segnaletica e delle insegne luminose per navi da Crociera. Holiday ha realizzato la segnaletica e altri prodotti "visual" su un centinaio di navi bianche, tra le più belle e importanti fra quelle attualmente solcano i mari di tutto il mondo. Presente per anni alle principali fiere di settore, come quella di Miami, Holiday è infatti conosciuta e apprezzata anche oltreoceano da clienti come Carnival, Princess, Costa, Norwegian e Msc, intrattenendo con esse continui rapporti di servizi e vendita di ricambi.

“La Holiday - ricorda con orgoglio il general manager, Marino Mennuni – è nata nel 1981 da una sfida tra amici, dalla volontà di realizzare qualcosa di diverso, da un pizzico di ambizione e, perché no, anche dalla voglia di trarre profitto dalle proprie idee. Partiti con la convinzione che bisognava offrire dei servizi personalizzati, abbiamo puntato soprattutto su prodotti innovativi. Poi è arrivata la grande occasione: nel 1990 la Fincantieri di Monfalcone si rivolse a noi per una commessa, da cui abbiamo iniziato il nostro percorso nel settore navale. Dopo cinque anni di continua crescita abbiamo sentito l’esigenza di farci conoscere all’estero, anche con partecipazioni a fiere specializzate, consolidando la nostra immagine negli Usa, Finlandia, Francia, Corea e Giappone". L'ultima sfida, dopo la crisi, è arrivata dal Covid.

"Il 2020 - conferma Mennuni - è stato purtroppo un anno in cui la fornitura agli armatori si è interrotta a causa della pandemia, ma già si sono notati dei segnali di ripresa con nuovi ordini di segnaletica di ricambio che fanno ben sperare. Insomma, si scaldano i motori per un'auspicabile ripartenza.

 

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK