5.06.2015

La partecipazione a Converflex di Asahi è stata vincente...

converflex

Da sinistra a destra: Andrea Belloli, responsabile della filiale italiana di Asahi; Myriam Cantoni, amministrazione; Tiziano Rubelli, responsabile vendite – assistenza tecnica e Michele Negetti, responsabile vendite.

 

Asahi a Converflex 2015: un successo!

La decisione di partecipare a Converflex da parte di Asahi Photoproducts è stata vincente. “Le visite sono state molto al di sopra delle aspettative. La tecnologia Pinning Top Dot, che comporta un aumento della qualità e riduzione dei costi in stampa, delle lastre solide AWP (sviluppo ad acqua) e TOP (sviluppo a solvente) di Asahi, ha attirato l’attenzione sia da parte degli stampatori che dei service”, afferma Andrea Belloli, responsabile della filiale italiana di Asahi.

Il segreto della tecnologia di lastre Pinning Top Dot è proprio la caratteristica della lastra, che ha una tensione superficiale inferiore rispetto alle lastre tradizionali, migliorando il trasferimento dell’inchiostro (uniformità) al supporto da stampare. Durante la fase di produzione, la lastra rimane pulita con conseguente riduzione dei fermi macchina per la pulizia del cliché e produzioni standard.

Oggi la tecnica di stampa con una gamma di colori fissi viene sempre più utilizzata, permettendo vantaggi sui costi per il proprietario del marchio senza scendere a compromessi sulla qualità. Grazie all’utilizzo delle lastre Asahi con tecnologia Pinning Top Dot, sono stati raggiunti risultati eccellenti lavorando in collaborazione con agenzie creative, proprietari di marchi e stampatori per trarre vantaggio da queste caratteristiche esclusive: i visitatori di Converflex hanno potuto osservare concretamente gli ottimi risultati di persona, in particolare nelle aree di alte luci, e i risultati costanti ottenuti durante tutta la fase di produzione.

“Aziende leader nel mercato della flessografia come produttori di macchine da stampa, di anilox, tape e inchiostri, hanno visitato il nostro stand ed hanno apprezzato la caratteristica tecnica del Pinning Top Dot, confermando l’importanza di puntare su tecnologie che garantiscano un incremento di qualità e migliorie di performance generali in stampa, in termini di riduzione di costi generali (OEE)”, aggiunge Belloli.

E’ stata molto apprezzata anche la nuova tecnologia a fotopolimero HybridA (nuovo polimero liquido con caratteristiche tecniche della lastra solida), concepita appositamente per il mercato del cartone ondulato.

Fu proprio Asahi che introdusse molti anni fa questa tecnologia a polimero liquido: le lastre fatte con la tecnologia HybridA sono utilizzate nella stampa flessografica nel settore del cartone ondulato.

Inoltre queste lastre non solo vengono prodotte per lavori di elevata qualità in maniera economica, ma hanno anche una lavorazione il più possibile compatibile con l'ambiente: si ottiene infatti un recupero e riutilizzo di polimero liquido e lastre pronte entro un'ora dall'inizio della lavorazione.


“La maggior parte delle aziende che hanno visitato il nostro stand erano italiane, il 70%, a conferma dei segnali di ripresa dati dal mercato in questi primi mesi del 2015; il restante 30% erano rappresentanti di aziende estere”, conclude Belloli.

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK