2.11.2020

INPS: in 15 in gara per la creatività e la pianificazione delle campagne pubblicitarie

inps

 

Ab Comunicazioni; Brain Pull; Digical; il raggruppamento temporaneo di impresa composto da Eva Group/Casiraghi Greco/ Event and Communication; quello di cui fanno parte Ey/Alphaomega; il team di Geotag e Klein Russo; il raggruppamento di cui fanno parte Imageware, Frankestein e Inera; OFG Adv; Pirene; Pomilio Blumm; Publipeas; Qubit Italy; il tema di gara formato da The Washing Machine/Opposite9; il raggruppamento composto da Wunderman Thompson e Mirus; e infine Yes I Am.

Sono questi i 15 soggetti che sono stati messi alla gara avviata quest’estate dall’Inps per scegliere le agenzie che si occuperanno dell’ideazione e realizzazione di campagne di comunicazione. esterna ed interna, nonché della pianificazione e dell’acquisto degli spazi pubblicitari.

E’ stata invece esclusa l’offerta presentata da AGI.

L’agenzia che attualmente si occupa delle campagne dell’Inps è Pomilio Blumm.

Il vincitore dovrà occuparsi anche della produzione dei materiali di comunicazione, come spot televisivi o radiofonici, banner, annunci stampa e per l’esterna. La campagna includerà infatti spot tv da 30”, spot radiofonico da 30”, annuncio per la stampa cartacea e online, manifesto, banner web e ulteriori formati per la declinazione del visual, declinazione della creatività sui vari supporti per allestimenti, roll up, vele, totem per eventi e iniziative istituzionali. Potranno essere inoltre richiesti: ideazione e progettazione grafica materiali per il below the line (volantino o pieghevole o depliant, vela o roll-up o vetrofania, grafica brochure, quaderni, dirette streaming, videoreportage e materiale promo informativo).

Il valore totale stimato dell’appalto, IVA esclusa, è di 1.721.311 euro per un contratto della durata di 36 mesi, con facoltà di rinnovo, alle medesime condizioni, per un periodo massimo di 12 mesi e per il tempo strettamente necessario alla conclusione delle procedure per l’individuazione del nuovo contraente e fino a un massimo di 573.770 euro. Il valore stimato dell’appalto, comprensivo dell’opzione di rinnovo e dell’opzione di proroga, è dunque complessivamente e presuntivamente valutato quindi in 2.868.852 euro, sempre Iva esclusa.

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK