5.05.2004

Incisori laser GCC la proposta tra tecnologia e futuro di DPS

dps
Non si ferma il grande interesse suscitato dalla tecnologia laser presentata nelle periferiche GCC distribuite in Italia da DPS SRL.
explorerok
Da sempre attenta alle esigenze di mercato e alle innovazioni tecnologiche che consentono alla propria clientela di emergere in settori di nicchia, la nota casa torinese già  da qualche anno ha introdotto la propria utenza alla tecnologia laser, sfruttando tutte le potenzialità  di questo sistema di incisione che consente di tagliare ed incidere in modo sicuro e veloce con una qualità  d'esecuzione di altissima rilevanza.
Siamo sicuri che quasi tutti conoscono questa innovativa forma di lavorazione, ma per le aziende che solo ora si affacciano a questa nuova metodologia di lavorazione, vogliamo spendere due parole per descriverne l'efficacia. Laser, non è altro che l'acronimo di "Luce Amplificata da Stimolate Emissioni di Radiazioni", e questa nuova forma di energia è stata applicata ormai a quasi tutti i campi, dal campo medico ed estetico a quello industriale. Pensiamo solo alle stampanti per ufficio che lo utilizzano su larga scala, i nuovi DVD che hanno sostituito il tradizionale videoregistratore, per non parlare delle applicazioni nel mondo dello spettacolo, dove oramai le scenografie sono sempre più affidate a questi fasci di luce che creano atmosfera ed effetti entusiasmanti. Nel campo medico sono state raggiunte e valicate frontiere fino ad ieri impensabili e che hanno permesso alla chirurgia di ottenere risultati sorprendenti, basti pensare alla micro-chirurgia eseguita tramite laser.
Nel campo della comunicazione visiva è ormai entrato a fare parte della nostra quotidianità  perchà© è usato sempre di più per la creazione di oggetti personalizzati e lavorazioni artistiche di grande pregio, con rifiniture nettamente superiori agli incisori tradizionali. DPS SRL, ha saputo cogliere le grandi potenzialità  di questa nuova fonte di applicazione e proporre ai suoi clienti una gamma di periferiche atti a soddisfare qualsiasi necessità : semplice creazione di timbri e piccoli gadgets, lavorazioni sofisticate ed accurate, e la lavorazione in serie di targhette incise con il nuovo sistema di laser galvanometrico.
GCC ha infatti sviluppato una serie di macchine laser stato dell'arte che coprono moltissimi settori di applicazione. Le caratteristiche di queste periferiche sono già  apprezzate da moltissimi studi che le stanno utilizzando. Studiate per tutte le fasce di utenza, dai piccoli studi alle grandi industrie, queste plotter da incisione si presentano con una linea gradevole, di forte impatto. Il "case" è sviluppato per contenere il tubo laser al suo interno e limitare al minimo gli ingombri, sfruttando meglio gli spazi lavorativi. La più piccola tra le periferiche GCC è Venus in formato A4, con potenza da 12W e 35W, ideale per la creazione di timbri e la creazione di piccoli oggetti personalizzati. La linea Mercury è forse quella più conosciuta, perchà© grazie alla sua compattezza e versatilità  è la più richiesta nella serie dei laser. Con un'area di lavorazione di 635x437 mm, consente di sfruttare al massimo gli spazi di lavorazione con la funzione di apertura dei pannelli fronte-retro, permettendo di incidere oggetti molto lunghi. Disponibile in varie potenze fino a 100W, incide da 200 dpi fino a 1000. Dotata dell'optional "rotary", è possibile lavorare oggetti circolari quali bicchieri, bottiglie, coppe per dare carattere e personalità  anche agli oggetti più semplici. Di nuova concezione, con tecnologia avanzata è stata anche introdotto sul mercato la nuova Explorer, che con l'area di 812x507 mm offre una maggiore velocità  d'esecuzione, una gamma di risoluzioni in dpi più vasta e tutta l'esperienza maturata in anni di ricerca. Potenza da 30W fino a 100W e risoluzione da 125 dpi a 1000. Tutte queste macchine hanno il tubo laser posto al di sotto della struttura e sono raffreddate ad aria. Anche su questa serie è possibile applicare l'optional "rotary" per la lavorazione di oggetti circolari.
Venus, Mercury ed Explorer sono tutte munite di Air assist, una funzione che soffiando aria fredda sul supporto in lavorazione evita che materiali quali carta, legno e gomma possano prendere fuoco rovinando la macchina e i pezzi in lavorazione. Dotate di asse Z automatico, tramite alcuni sensori la periferica rileva l'altezza dell'oggetto da lavorare e in automatico posiziona il tavolo di lavorazione. Ammiraglia tra queste periferiche, spicca Neptune con i suoi 1260 x 930 mm di area utile. Struttura massiccia, e resa ottimale grazie al grande spazio a disposizione, opera da 381 dpi fino a 1016. Raffreddamento ad aria per la serie 50W e ad acqua per la serie 100W. Asse Z manuale. Ultima nata in casa GCC è Stellar Mark, laser CO2 galvanometrico. Velocità  d'esecuzione fino a 300 caratteri al secondo è la soluzione perfetta per produzioni su larga scala con una qualità  di incisione superiore. Disponibili in due aree diverse nella versione da 12W, offre tre diverse misure nella linea da 35W. La periferica è studiata per sfruttare al massimo la tecnologia galvanometrica con diffusore del raggio laser per una migliore funzionalità . L'utente finale potrebbe pensare che queste macchine laser abbiano costi simili ai nomi, stellari. Parlando di macchine dai nomi planetari, non siete entrati in un mondo di fantascienza, ma in un settore che consentirà  al l'utilizzatore di scoprire che il costo contenuto di queste periferiche ha decretato il successo di questa linea di prodotto e ha consentito a coloro che se ne sono avvalsi di entrare in aree di mercato una volta solo di nicchia, con prezzi molto contenuti.

Per informazioni dettagliate sulle periferiche, consultare il sito www.dps.it oppure contattare DPS SRL allo 011-3490068

GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK