16.09.2014

ACIMGA potenzia la sua azione sui mercati internazionali

acimga 300
 
Imminente il varo di una piattaforma di comunicazione sociale su Linkedin - Incontri di filiera in sinergia con altre associazioni e osservatori di trend esteri fra i punti qualificanti del programma. Ottimo riscontro dalla campagna acquisizioni: il numero dei soci cresce del 20%.
Il sistema-Italia delle macchine per la stampa e la cartotecnica si organizza per potenziare la sua presenza sui mercati internazionali. ACIMGA, Associazione Costruttori Italiani Macchine per l'Industria Grafica, Cartotecnica, Cartaria di Trasformazione e Affini, sta definendo i dettagli del programma d'interventi per il prossimo anno.
Marketing internazionale, focus su nuovi mercati, collaborazioni e sinergie con istituzioni e associazioni e nuove strategie di presenza su media e social network sono i punti qualificanti della strategia messa in campo dal Direttivo presieduto da Marco Calcagni, che lo scorso giugno ha nominato il nuovo direttore Andrea Briganti.
Un'attività che potrà contare su una base associativa cresciuta di ben il 20% negli ultimi tre mesi, risultato della campagna per l'acquisizione dei nuovi soci messa in campo dai nuovi vertici.

Più in dettaglio, sarà lanciata fra breve la presenza di ACIMGA nel social network professionale Linkedin, attraverso una web corporate page che promuoverà le attività e le iniziative dell'Associazione e farà inoltre da "hub" per le pagine dei singoli associati, nella logica di uno scambio funzionale sempre più intenso con le aziende aderenti.
Le nuove strategie di comunicazione lanceranno e sosterranno il programma di incontri di filiera, i cui dettagli sono allo studio grazie alla collaborazione con altre associazioni industriali, a partire da Assocomaplast, con la quale ACIMGA condivide la sede e varie sinergie operative.

Il varo di osservatori sulle tendenze dei mercati esteri è un altro punto qualificante su cui si sta concentrando l'azione dell'Associazione, soprattutto in considerazione dell'elevata propensione all'export (che copre circa l'83 % del fatturato a fine 2013), che rende il settore delle macchine per la stampa, l'industria cartaria e la cartotecnica una punta d'eccellenza della meccanica strumentale italiana.

 


GRAZIE

La tua richiesta è stata inoltrata.
OK